Java

Java: LinkedList e ArrayList a confronto

Episodio #22 | Durata 21 minuti | Autore Giuseppe Maggi | Data 01-03-2017 | Categoria

In Java, l’ArrayList è il tipo di lista più comune ma non è l’unico. La LinkedList può essere molto utile, soprattutto in determinate casistiche. In questo tutorial, ne conosceremo le caratteristiche fondamentali e la metteremo a confronto con l’ArrayList

Android

Android: inserimento di date con CalendarView

Episodio #21 | Durata 12 minuti | Autore Giuseppe Maggi | Data 22-02-2017 | Categoria

Inserire date tramite l’interfaccia dell’app può essere noioso e foriero di errori per l’utente. L’ideale sarebbe offrire un calendario a comparsa per selezionare la data desiderata in maniera intuitiva ed immediata. Il web ci ha abituato a questo da anni ma anche in Android si può con CalendarView

Java

JavaFX: grafici per l’interfaccia utente

Episodio #20 | Durata 21 minuti | Autore Giuseppe Maggi | Data 15-02-2017 | Categoria -

Se è vero che un’immagine dice più di mille parole, un grafico può essere un ottimo modo per visualizzare i dati che la nostra applicazione Java elabora. Tra gli strumenti che JavaFX offre, non poteva mancare un’abbondante raccolta di classi Chart ed in questo video iniziamo a conoscerle

Android

Android: controllare l’input con TextWatcher

Episodio #19 | Durata 19 minuti | Autore Giuseppe Maggi | Data 08-02-2017 | Categoria

Le nostre app vivono dell’input fornito dall’utente pertanto è fondamentale verificarne la correttezza sin dall’introduzione. In questo, il TextWatcher può essere un validissimo alleato grazie ai suoi metodi che ci permettono di analizzare ogni carattere inserito dall’utente

Android

Android: animazioni con ViewPropertyAnimator

Episodio #18 | Durata 19 minuti | Autore Giuseppe Maggi | Data 01-02-2017 | Categoria

Le animazioni conferiscono dinamicità, gradevolezza nonchè comunicatività alle nostre interfacce utente. Consistono, in primis, nella manipolazione di alcune proprietà attribuite alle View e Android propone con ViewPropertyAnimator un modo agevole per fare tutto ciò: sperimentiamolo insieme

Java

Java: introduzione alle espressioni regolari

Episodio #17 | Durata 18 minuti | Autore Giuseppe Maggi | Data 25-01-2017 | Categoria

Le nostre applicazioni sono spesso destinate a manipolare grandi quantità di dati la cui validità deve essere sempre appurata prima dell’utilizzo. Le espressioni regolari – sintetiche, potenti e flessibili – permettono di verificare velocemente la correttezza formale delle informazioni: vediamo come.

Java

JavaFX: ListView e ContextMenu

Episodio #16 | Durata 24 minuti | Autore Giuseppe Maggi | Data 18-01-2017 | Categoria -

Java con le sue strutture dati offre modo di gestire molti dati efficientemente ma un’interfaccia utente deve saperli mostrare in maniera intuitiva: la ListView di JavaFX permette proprio questo. Impariamo ad utilizzarla arricchita di menu contestuale

Android

Android: importare dati JSON in Realm

Episodio #15 | Durata 23 minuti | Autore Giuseppe Maggi | Data 11-01-2017 | Categoria - - -

La maggior parte dei servizi web offrono dati in formato JSON. Memorizzarli in un database richiederebbe diverse linee di codice per l’elaborazione e il salvataggio ma, usando Realm, potremo sfruttare le sue funzionalità dedicate proprio a JSON: già pronte, efficienti, veloci

Android

Android: introduzione a Realm

Episodio #14 | Durata 31 minuti | Autore Giuseppe Maggi | Data 04-01-2017 | Categoria - -

L’approccio classico alla memorizzazione di dati in un’app Android consiste nell’uso di un database Sqlite. Esiste però un’alternativa efficiente, funzionale e basata sulla programmazione ad oggetti: Realm, un sistema di persistenza che si offre come soluzione universale per il mobile

Java

Java: salvare e cancellare dati in un database relazionale con JDBC

Episodio #13 | Durata 24 minuti | Autore Giuseppe Maggi | Data 28-12-2016 | Categoria -

Per modificare un database, inserendo e cancellando record, il linguaggio Java, grazie a JDBC, offre prassi standard, efficienti e personalizzabili. Vediamo come applicarle nei nostri programmi